Press "Enter" to skip to content

LA LOBBY UCRAINA A WASHINGTON

di Giuseppe Gagliano     Contrariamente all’opinione corrente, non esiste un consenso unanime a Washington sul sostegno militare all’Ucraina in relazione all’invio di sistemi di lanciarazzi come quelli che sono in grado di raggiungere i 300 chilometri in territorio russo. Da un lato vi sono coloro che sostengono l’assoluta necessità di questa esportazione di armamenti altamente sofisticati, come il presidente Biden, l’attuale segretario di Stato Anthony Blinken oltre naturalmente al segretario della Difesa Lloyd Austin. D’altra parte abbiamo invece il consigliere per la Sicurezza nazionale, Jack Sullivan, che ha un atteggiamento di prudenza e di cautela poiché teme – in modo legittimo – che potrebbe esserci un’escalation da parte della Russia. Superfluo ci sembra sottolineare che invece l’Ucraina è assolutamente a favore di questo sostegno di natura militare, che cerca di promuovere con una efficacissima lobby.

Allo scopo di promuovere queste scelte di ordine militare l’Ucraina si serve di diversi strumenti di lobby e fra questi il Centro ucraino per le strategie di difesa, composto da personalità di indubbia autorevolezza e credibilità in ambito Nato e cioè il generale Wesley Clark e il diplomatico William B.Taylor. Tuttavia una delle personalità più influenti all’interno dell’amministrazione americana che ha indirizzato l’attuale politica delle sanzioni è certamente Michael McFaulQuesto dimostra ancora una volta la profonda penetrazione degli Stati Uniti e dei suoi alleati Nato all’interno dell’Ucraina ben prima che questa guerra si manifestasse.

di Giuseppe Gagliano

Specialista delle politiche di sicurezza, è anche autore del libro “Guerra economica, guerra dell’informazione” (Edizioni GoWare)

Pubblicato da Il Sussidiario.net

Tutte le notizie e l’attualità sul nostro canale Telegram

Be First to Comment

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.