Press "Enter" to skip to content

Posts tagged as “mosca”

PUTIN SI TIENE LUKASHENKO E PERDE I BIELORUSSI

Se ci si basa solo sulla retorica, la posizione della Russia in Bielorussia dopo lo scoppio delle proteste per le elezioni presidenziali sembra positiva. Le testate giornalistiche pro-regime hanno elogiato la Russia come un alleato affidabile disposto a sostenere la Bielorussia in un momento difficile, e così ha fatto lo stesso Lukashenko. Anche i leader dell’opposizione parlano abbastanza calorosamente di Mosca, nella speranza che sia neutrale, addirittura di sostegno, in caso di cacciata di Lukashenko. Gli ultimi sondaggi, tuttavia, suggeriscono che l’opinione dei bielorussi sulla Russia è plasmata da qualcosa di più della semplice retorica dei politici. Il sostegno di Mosca a Lukashenko è già costato la simpatia di parte della popolazione e il sentimento filo-russo è sempre più associato al sostegno al regime.

MIGRANTI IN FUGA DA MOSCA

Yandex.Lavka e Samokat (società che appartiene a Mail.ru e Sberbank), i maggiori operatori nel settore del food delivery, se ne sono accorte per prime. Una quantità crescente di reclami e disdette per consegne mancate o in ritardo. Un guaio per aziende che aveva messo a profitto pandemia e lockdown in un mercato, quello della consegna del cibo a domicilio, che prima del virus valeva circa 8 milioni di euro e che per la fine del 2020, secondo gli studi di Infoline Analytics, dovrebbe invece fatturarne più di 330. Una macchina da soldi che rischia di incepparsi per colpa dei… migranti.

IL GRANDE GIOCO SUL PICCOLO KARABAKH

di Marco Bordoni

Vista dall’Italia, la guerra armeno-azera sembra un affare abbastanza semplice. C’è il perfido sultano, nostalgico della gloria che fu, che stende i suoi tentacoli da Tripoli al Golfo Persico. Ci sono le orde infedeli che assaltano la ridotta cristiana fino a sommergerla. Il corollario è chiaro:  come può Putin, paladino cristiano della terza Roma, assistere impassibile? Come può tollerare l’ insolenza del Turco?