Press "Enter" to skip to content

DAVAI, SPOSIAMOCI CHE POI DIVORZIAMO!

In Russia ci si sposa molto più che altrove: 6,3 matrimoni ogni mille abitanti (e nel 2018 ancor più: 7,1 ogni mille), quando in Italia siamo al 3,2 per mille, in Francia al 3,5 e nell’Unione Europea a una media di 4,3. In Russia, però, si divorzia anche, e molto più che altrove: 4,3 divorzi ogni mille abitanti, mentre l’Irlanda è allo 0,7 per mille, la Grecia all’1, la Romania all’1,5, l’Italia all’1,53, Finlandia e Svezia al 2,43, l’Estonia al 2,47, la Lituania al 3,07 e la Lettonia al 3,1. Insomma, il 63% dei matrimoni in Russia finisce con un divorzio.

Sposarsi, in Russia, offre effettivamente dei vantaggi. Un militare sposato ha diritto a un appartamento più grande e sua moglie può accedere alla stessa assistenza medica. I coscritti sposati fanno servizio di leva più vicino a casa. Gli studenti sposati, a differenza dei single, hanno diritto a stanze singole nelle residenze universitarie. Le giovani famiglie possono, in certe condizioni, accedere a mutui più favorevoli, a sussidi per il pagamento dell’affitto e delle utenze e ad agevolazioni fiscali. I russi, però, si sono sempre sposati volentieri. Il primo censimento generale della popolazione russa (1897) mostrò che solo il 5% degli uomini e il 4% delle donne arrivava all’età di 50 anni senza mai essere stato sposato.

E i divorzi? Gli studiosi sono concordi. Molto hanno influito i nuovi ruoli e i nuovi diritti attribuiti alla donna nella Russia post-1917. E un’accelerata è stata poi impressa dalla semplificazione delle procedure di separazione e divorzio approvata nel 1969. Qualche influenza sulle statistiche deve esercitarla anche il fatto che i russi si sposano molto giovani: nel 1994 i russi con meno di 25 anni rappresentavano il 65% delle persone sposate e nel 2018, nonostante un brusco calo, erano ancora il 33%. Anche in questo, comunque, la Russia conferma la sua storica funzione di trait d’union tra Ovest ed Est. Tra un Occidente dove ci si sposa poco e quindi si divorzia poco e un Oriente dove i matrimoni sono numerosi e i divorzi assai meno. Fulvio Scaglione

Tutte le notizie e l’attualità sul nostro canale Telegram

Be First to Comment

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.